La “stilista” dell’extralberghiero….

aleee

Definirei il mio modo di lavorare “sartoriale”, come un abito tagliato su misura,
evidenziando la personalità di chi lo vive… accompagnando il cliente passo passo
nella definizione del progetto, assecondando anche le naturali inclinazioni dei luoghi,
sempre con l’attenzione alla compatibilità con l’ambiente
e una attenta gestione del budget.
Ascoltare più che imporre, tradurre le indecisioni, sono le mie regole
nel realizzare un ambiente per chi chiede la mia collaborazione!